Alex Marquez

Álex Márquez nuovo campione di Moto 3

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Gli spagnoli Alex Marquez (Estrella Galicia 0,0 Honda) Ha vinto il titolo mondiale di Moto 3 Per realizzare il terzo Gran Premio della Comunità Valenciana giocato nel circuito “Ricardo Tormo” Cheste che ha vinto l'australiano Jack Miller (KTM).

Miller ha segnato la sua sesta vittoria della stagione accompagnato da Isaac Viñales e Alex Marquez sul podio. I fratelli Marquez hanno raggiunto una nuova pietra miliare in quanto in 66 anni di storia del campionato del mondo di moto mai dfratelli os erano diventate campioni del mondo incoronato nella stessa stagione.

È stato così e così previsto il primo atto della battaglia, Jack Miller lasciando niente come un colpo di spegnere le luci, sostenuto dal Niccolò Antonelli italiano (KTM) Spagnolo e Isaac Viñales (KTM) Alex Marquez (Estrella Galicia 0,0 KTM) e con un ritmo molto veloce che faceva presagire la difficoltà che la testa di un grande gruppo è stato formato. Questi primi giri scoperto l'approccio alla gara Jack Miller, che non era altro che dare un ritmo forte e lasci in pace la loro sesta vittoria su strada della stagione come sicuro dietro i rivali combattono tra Marquez distrarre i vostri obiettivi.

Alex Marquez ma era sempre conti chiari e l'inizio del terzo giro di battere Antonelli al terzo posto, quello che lo ha già collocato nel bel mezzo del suo obiettivo di vincere il titolo mondiale con soli due punti di separazione, anche se c'era ancora avanti 24 giri completati. L'attrazione di Miller era così forte che in soli tre giri testa gara era stato quattro piloti e Isaac Viñales non aspettare troppo try eretto un problema quando divenne la quarta principale torsione, ma l'australiano era dovuto a dire quando il vostro questo approccio non era giusto e ha preso la responsabilità per l'impostazione di nuovo il ritmo, sapendo che aveva bisogno di altri membri nel gruppo di testa.

 

Alex Marquez y Marc MarquezIl quartetto è cresciuto a 1,6 secondi nel quarto e quinto rotazione sul gruppo caccia, dove è stato britannico Danny Kent (Husqvarna), che cacciano le responsabilità e arrogato, certamente, le strategie che hanno portato dalla sua squadra che ha segnato per il test di Valencia. Solo due giri più tardi avevano già legato con loro e la situazione era complicata notevolmente da Alex Marquez, hanno scoperto che il quartetto è diventato un gruppo di otto in quel tempo a capo di stabilire il ritmo divenne di nuovo Isaac Viñales, perseguito da Miller, Antonelli, Marquez, Kent, Efren Vazquez (Honda), John McPhee (Honda) y Alex Rins (Estrella Galicia 0,0 Honda). Ecuador ha raggiunto prima della gara e ha preso il primo “collisione” Antonelli quando voleva strappare il Marquez posizione interna e sia giocato e perso posizioni, anche se lo spagnolo è stato ricostruito di nuovo rapidamente e ha proprio nella lotta.

La casella di Alex ha trascorso molti nervi, ma il campionato in tasca

Era tornato alla camera sul davanti con Miller, un risultato che non valeva la pena di diventare campione, ma poi è venuto Efren Vazquez, che il prossimo anno continuerà in Moto3 Honda e grazie a Honda, vogliono nei loro ranghi, a testa gara, Anche se Miller non si lasciò sopraffare e ha risposto rapidamente alla situazione di recuperare la testa della corsa.

Come è stato quasi alla fine della gara la situazione è aumentata la tensione tra i piloti e ha cominciato a prendere costante “tocchi” tra le moto che hanno indotto un cambiamento quasi continua di circostanze che hanno preso posizioni Isaac Viñales a tirare e scavare un buco seguendo gli scontri negli ultimi due giri la situazione è stata chiarita e Miller potrebbe raggiungere e superare gli spagnoli, Alex Marquez ma anche sopportato la pressione di Danny Kent al momento e il terzo gradino del podio ha confermato il suo primo titolo mondiale e anche il primo di due fratelli nella storia del campionato del mondo di moto.

Congratulazioni a Alex! Se lo merita!

Adrián Osés, Locos Engine.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Altri articoli dal web

Locos motore
Autore: Locos motore Webmaster www.locosdelmotor.com