Simon milward motorista

5 anni in tutto il mondo con la sua moto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Oggi ricordiamo una persona che ha vissuto accanto a una bicicletta costruita per se stesso e si dedicò a combattere per gli altri, soprattutto automobilisti e persone in difficoltà. Un grande lavoro per il quale è ricordato.

A 38 Anni Mildwad Simon ha lasciato la sua nativa Inghilterra al fine di viaggiare per il mondo portando un messaggio: rivendicare i diritti degli automobilisti del pianeta e rappresentano MSF e Riders for Health.

Il suo intento principale era quello di aiutare le zone svantaggiate del pianeta e il vostro viaggio a raccogliere fondi per questi. Ha ottenuto più di 100 migliaia di euro in quei cinque anni.

La sua avventura è iniziata fa 16 anni. Giugno 1998 Simon ha avuto un incidente a Bruxelles ed è stato ricoverato in ospedale. Mentre in ambulanza portarlo in ospedale pensava delle tante persone nelle stesse circostanze sarebbero semplicemente morti per non avere i mezzi per assistere.

Una volta deciso il viaggio, E 'iniziato con l'aiuto di un amico, costruire una moto che avrebbe offerto garanzie sufficienti per realizzarlo.

Un serbatoio 45 litro per il combustibile che ha una gamma di 1000 chilometri, Handmade rinforzata telaio e centinaia di pezzi di marche diverse cominciò a formare il prototipo è venuto nonostante 300 chili di carburante. Il motore originale era un Harley Davidson, ma la società austriaca Rotax donato uno che finalmente ha fatto il viaggio. Il “John T modelo Overland”, como la bautizó, Era una realtà.

Con l'avvento del nuovo millennio, mentre il resto d'Europa ha festeggiato l'arrivo del nuovo anno, Simón conSi Enzo tuo viaggio.

Ad una media di 90 chilometri all'ora imperversato nell'Europa e navigato in Tunisia, Tacchino, Afghanistan, Russia, dove è stato il secondo occidentale di attraversare la Strada delle Ossa dopo Helge Pedersen, Giappone e Australia. In seguito ha viaggiato negli Stati Uniti e in Canada prendendo a sud verso l'America centrale e la Patagonia.

Il ritorno è stato fatto in giro per il continente africano dal sud e non avere abbastanza, quando raggiunse di nuovo l'Europa, salito a Capo Nord in Norvegia per tornare finalmente in Inghilterra.

Una volta completato il loro viaggio Simon continuato la raccolta di fondi per varie fondazioni e si è trasferito la sua residenza in Gambia e poi in Mali. Marzo 2005, quando tornava a casa è morto in un incidente in Kayes. Gli fu data una medaglia d'oro al merito motociclista “Nicolas Rodil del Valle” postumo per l'ex segretario generale della FEMA.

Egli stava portando aiuto a tutti gli angoli del globo e questa è la sua sintesi sentenza:

Mi hogar es la moto y mi mochila la oficina

E questo è stato il percorso di Simon Mildwad:

Adrián Osés, Locos Engine

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Altri articoli dal web

Locos motore
Autore: Locos motore Webmaster www.locosdelmotor.com