Il segreto per alleggerire il peso della Porsche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

per vincere, dati devono essere curati e sfruttare al massimo perché a volte vittorie sono raggiunti da margini praticamente inesistenti. Oggi ci concentreremo su uno dei più tattiche praticate da diversi produttori nel corso della storia per migliorare le prestazioni dei loro veicoli.

Porsche 909 BergspyderCi riferiamo a risparmiare peso per una migliore rapporto potenza / peso del veicolo e di essere più veloce per vincere la concorrenza. Come lo sviluppo di propulsori, aerodinamica, sistemi di sospensione, trasmissione o frenatura, peso del veicolo può essere determinante, ed è uno dei punti focali del veicolo progettisti.

Oltre ad alleggerire il veicolo, anche per garantire, almeno, le stesse proprietà di resistenza, durabilità, flessibilità, tenacia, e altre variabili che devono essere diverse parti di veicoli. De ahí que el I+D de los fabricantes debe ser uno de los pilares empresariales de sus modelos de negocio.

Porsche 718 Formel 2Para que veáis un claro ejemplo de lo que estamos hablando vamos a enseñaros los 5 modelos de la historia de Porsche que han tenido el placer de ser los más ligeros. Todos ellosse vieron obligadosa buscar ese algo que los hiciese ganar. Participaban en subidas de montaña como el paso del puerto Grossglockner, en Austria, tra le molte altre competizioni. E i risultati non possono essere messi in discussione data la storia di vittorie del marchio tedesco.

I fortunati che formano la parte superiore 5 figlio: Porsche 911 Carrera RS 2,7 Sport, Porsche 906 Carriera 6, Porsche 356 SL, Porsche 718 Formel 2 e Porsche 909 Bergspyder. E qui possiamo vedere in dettaglio in uno degli aumenti più spettacolari legati al mondo automobilistico:

Adrián Osés, Locos Engine.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Altri articoli dal web

Adrián Osés
Autore: Adrián Osés Appassionato di Motorsport e Ingegneria, fondatore e direttore di Mad Engine.